FANDOM


La vera magia (魔法, mahō?, anche chiamata stregoneria, in inglese True Magic o sorcery) è la più elevata classe di Mistero, che sorpassa le arti magiche e le conoscenze scientifiche di un'epoca. Rappresenta l'attuazione di eventi impossibili da riprodurre in una certa epoca, sia dagli umani che dal pianeta, anche se potessero disporre di una quantità infinita di tempo e risorse.

L'acquisizione della capacità di realizzare una vera magia è considerata il traguardo finale della vita di un mago, ed è solo alla portata di coloro che hanno raggiunto il Vortice della Radice.

La vera magia è differente dalle arti magiche in quanto i suoi effetti sono pressoché impossibili o miracolosi. Mentre le arti magiche più basilari che ti permettono di ottenere una fiamma, risultato ottenibile anche usando un semplice fiammifero, le vere magie permettono di realizzare concetti come la manipolazione del tempo, il teletrasporto, la deformazione spaziale o alte cose ritenute miracolose. La resurrezione dei morti per se non è possibile neanche con una vera magia tuttavia è possibile aggirare il problema applicando concetti come quello del viaggio nel tempo.

Acquisizione Modifica

La vera magia si ottiene ravvicinandosi alla Radice, ma non toccandola, quelli che l’hanno toccata si dice siano scomparsi dal Mondo. Per ottenere una vera magia un mago deve crearsi un proprio percorso per arrivare alla Radice e deve essere il primo a percorrerlo, chiunque provi a seguire un percorso già utilizzato in precedenza è destinato a fallire. È possibile, tuttavia, ereditare la vera magia dai propri predecessori. Il Primo e Quinto Mago sono simili nel modo in cui un cammino per la Radice, un Cancello di Akasha, è stato creato ed essi hanno ottenuto la Magia al loro arrivo, mentre la Seconda, Terza e Quarta Magia sono state create come mezzo per raggiungere quel luogo. Di conseguenza si dice che la Prima e la Quinta hanno un valore più alto delle altre. Nel caso della Quinta, il cammino fu scoperto e lasciato inesplorato dal nonno di Aoko Aozaki, e i suoi misteri le sono stati consegnati quando ha "tagliato la corda ed è scappata proprio di fronte alla porta”. La terra degli Aozaki era l'unica zona del Giappone dove una Magia sarebbe potuta esser raggiunta fino a quel momento, ma la terra in sé non vale più nulla dopo che lei l'ereditò.

Redshadow
Mentre le arti magiche possono essere incluse come parte della saggezza dell’umanità e del mondo le Vere Magie sono fattori completamente estranei. Difatti se le arti magiche si possono apprendere con lo studio le Vere Magie sono considerabili come una conoscenza divina proveniente dall’esterno. Raggiungere la radice è considerato un crimine dal Mondo e quindi comporta l’attivazione della Forza Deterrente [Counter Force]. Coloro che ottengono la Magia appena acquisita normalmente vengono uccisi da "un’ombra rossa".

Prima della conclusione dell'epoca degli dei due millenni prima dei giorni nostri le arti magiche erano in effetti vicino alla vera magia, rendendo le arti magiche sinonimo di vera magia e tutti i maghi considerati dei Veri Maghi, ma da allora il divario tra loro si è allargato. Con l'avanzamento della scienza, il numero di cose che "potevano essere fatte" aumentava, facendo diminuire l’efficacia della vera magia. Ad oggi solo 4 delle 5 magie sono ritenute funzionanti dall’Associazione dei maghi. La possibilità per ottenere la vera magia non svanirà mai, poiché la scoperta di nuova Magia o la riscoperta di quelle perdute rimane sempre possibile.

Le vere magie Modifica

Coloro che praticano la vera magia sono conosciuti come veri maghi. Oltre ad avere controllo su questi Misteri rimangono comunque in grado di praticare le arti magiche. Quindi si possono manifestare situazioni dove un mago può superare un Vero Mago nelle arti magiche, ma la vera magia rimane comunque una peculiarità di quest’ultimi. Ci sono anche quei maghi come Barthomeloi Lorelei, le cui arti magiche si avvicinano ai miracoli compiuti da una vera magia, oppure Caubac Alcatraz, che è considerato "ad un passo" dal livello dei Veri Maghi. Tra quelli che avevano vissuto nel tempo in cui la vera magia era abbondante è inclusa Medea che ha vissuto nell'Era degli Dei come una strega e Merlino che è anche indicato come un utilizzatore della vera magia. L’arte magica che Medea esegue è in grado di avvicinarsi alla vera magia, ma non è una Vera Maga. A causa di ciò non è in grado di apprendere le 5 Vere Magie. Tuttavia è superiore a qualsiasi mago moderno. Si può dire che i Veri Maghi siano diventati gli avversari del Mondo attivando la Forza Deterrente dato che normalmente un umano non dovrebbe avere tale conoscenza. Pertanto usare tale potere e agire con incoscienza potrebbe addirittura cambiare il Mondo. In qualsiasi caso il potere delle Vere Magie è nettamente superiore a qualsiasi arte magica da renderla inefficace. Ereditare una vera magia è un po’ come ereditare il percorso stesso per la Radice. Anche se un Vero Mago morisse la vera magia sarà trasmessa a qualcuno anziché farla morire. La morte di una vera magia avviene solo quando questa è possibile con mezzi “comuni”. Il Vero Mago in possesso della prima vera magia è ormai morto da tempo, mentre altri due sono scomparsi, i Veri Maghi conosciuti rimasti sono Kischur Zelretch Schweinorg e Aoko Aozaki.

Prima vera magiaModifica

Nome: sconosciuto.
Dominio: è una delle magie più antiche per questo i dettagli sono sconosciuti, tuttavia si sa sia legato alla materializzazione dell’etere.
Utilizzatore: sconosciuto e morto. Bensì l’utilizzatore sia morto da molto tempo è altamente probabile che ci sia qualche erede sconosciuto in possesso di questa vera magia. Si ritiene comunque che tale potere possa essere in possesso di qualcuno della casata Barthomeloi.

Seconda vera magiaModifica

Nome: Kaleidoscope.
Dominio: Operazione dei Mondi Paralleli.
Utilizzatore: Kischur Zelretch Schweinorg.
La Seconda Magia, nota come Zelretch o Kaleidoscope (Caleidoscopio), è una delle cinque Vere Magie rimaste. Kischur Zelretch Schweinorg la raggiunse diversi secoli fa quando la usò per uccidere Brunestud della Crimson Moon. Si dice tuttavia che nemmeno Emiya Archer, unico Servant conosciuto che proviene dal futuro, non sarebbe in grado di comprenderlo. Il poco che si sa di "Kaleidoscope" è che comprende l'Operazione dei Mondi Paralleli. Lo stesso Zelretch la usa frequentemente per muoversi attraverso mondi paralleli, anche se a causa della sua età non può più usarla come in gioventù. Due delle sue invenzioni, il Kaleidostick e il suo baule, usano in qualche modo anche la Seconda Magia. Applica il suo potere tramite il Fenomeno della Rifrazione Multidimensionale, che è essenzialmente la capacità di creare aperture in universi paralleli. Si può quindi interagire con l'"altra parte" attraverso di esso. La Spada di Diamanti e Tsubame Gaeshi, la tecnica di spada di Sasaki Kojirou (Assassin) sono entrambi in grado di causare questo fenomeno.

Terza vera magiaModifica

Nome: Heaven's Feel.
Dominio: materializzazione dell'anima.
Utilizzatore: sconosciuto e scomparso. Justeaze Lizrich von Einzbern è un’erede.
La Terza Magia, indicata anche come Heaven's Feel, è stata originariamente raggiunta dalla famiglia Einzbern, ma il suo segreto è stato perso mille anni fa. In relazione alle altre Vere Magie, si dice che la Terza "mostrasse il futuro" e che sarebbe stato meglio se la sua scoperto fosse stata l'ultima. Per i successivi otto secoli, gli Einzbern cercarono di recuperarla fino a quando finalmente non venne fuori il concetto di Santa Guerra del Graal. Non ci sono informazioni sui praticanti originali della Terza Magia, e se proprio si volesse considerare un utilizzatore nei tempi moderni, sarebbe Justeaze Lizrich von Einzbern, che è il cuore del Graal Maggiore. In genere l'anima contiene ricordi, mente e circuiti magici di una persona e ne usa il corpo come un'ancora per il mondo per evitare di essere dispersa e tornare alla Radice. Una volta che il cervello e il corpo vengono distrutti, è impossibile ripristinare l'anima dispersa di una persona e persino l'abilità del Graal non può ripristinare un corpo distrutto. Anche se un mago riesce a collocare la sua anima in un nuovo corpo, o sarà una copia inferiore dell'originale, come nel caso di Michael Roa Valdamjong, o l'anima stessa alla fine inizierà a marcire, come per Zouken Matou. Heaven's Feel è una magia che consente la materializzazione dell'anima e ne interrompe l'inevitabile dispersione. E' una magia che realizza la vera immortalità trasformando l'anima in un'entità in grado di interagire con il mondo materiale senza dover far ritorno alla Radice. Il praticante acquisirà una fonte illimitata di energia magica a causa dell'anima che diventa analoga ad una macchina dal moto perpetuo. Il Graal Maggiore usa diverse parti di Heaven's Feel nel tentativo di ricrearlo nella sua interezza. Usando una versione incompleta, prende un'anima grezza e copia le informazioni degli Spiriti Eroici per dare vita ai Servant. Piuttosto che una vera resurrezione, è la formazione temporanea di un'anima che non richiede un corpo reale, nel senso che non sono veramente riportati in vita. Il mondo considera i Servant come una contraddizione poichè dovrebbero essere morti nel presente, dunque per evitare di sparire hanno bisogno di usare una connessione costante tramite il mana dei loro Master. Dopo che un Servant viene ucciso, il Graal immagazzina temporaneamente le loro anime prima che vengono restituite alla Radice. Nel caso in cui ricevono un corpo reale dal Graal corrotto, come Gilgamesh (Archer), sono in grado di esistere per un periodo molto maggiore, ma sono ancora considerati non vivi e richiedono comunque energia magica. Gli Einzbern sono in possesso di un Mystic Code chiamato Dress of Heaven, letteralmente "Veste del Paradiso", nonchè il cuore che controlla il Graal Maggiore capace di materializzare l'anima per diversi secondi. Ciò consente il trasferimento di un'anima in un altro contenitore e si presenta come un abito bianco fatto in oro, dotato di sette anelli che rappresentano l'anima di ogni Servant assorbito. Dal momento che ogni persona normale che ne entra in contatto viene trasformata in oro, il suo funzionamento deve essere condotto da Elementali, Semi-Umani o Homunculus.

Quarta vera magiaModifica

Nome: sconosciuto.
Dominio: sconosciuto, si sa che esiste.
Utilizzatore: sconosciuto.

Quinta vera magiaModifica

Nome: Magic Blue.
Dominio: non se ne conoscono i dettagli ma si sa riguardi i viaggi nel tempo e si dice che in qualche modo sia collegata alla Seconda vera magia.
Utilizzatore: Aoko Aozaki bensì la strada per la Radice sia stata in realtà aperta da suo nonno.
La Quinta Magia, conosciuta anche come Magia Blu, rappresenta l'ultima delle Vere Magie ed è utilizzata esclusivamente da Aoko Aozaki, il che la rende l'unica persona al mondo in grado di compierne i suoi miracoli. Sembra avere una connessione con il consumo e l'estinzione. Il suo dominio esatto è incerto, ma è in grado di eseguire viaggi nel tempo. Il suo uso è limitato ai viaggi nel tempo individuali localizzati, ma la sorella Touko crede che non siano la vera natura della Quinta Magia poichè già realizzabili con la Seconda, e che quindi non si tratta semplicemente di un miracolo. Il viaggio nel tempo è possibile anche con la Seconda Magia perchè la revisione dei registri e la riscrittura degli eventi rientrano nel funzionamento dei mondi paralleli. Nonostante Touko sia un mago di gran lunga superiore, Aoko è stata scelta per ereditare la Magia al suo posto. Questo perchè nonostante Touko possa vantare alcuni dei circuiti magici migliori al mondo, la Quinta Magia non richiede nulla del genere, e si può dire che la semplicità dei circuiti magici di Aoko siano più adatti ad essa. Il segreto della Quinta Magia sta nel "far progredire la civiltà", adattandosi al modo in cui Alice rappresenta la civiltà medievale e Aoko la civilità del consumo, inoltre contiene la risposta per la quale è additata come la maga "più nuova". Si dice che Ars Almadel Salomonis abbia un "indizio" della Quinta Magia. Aoko ha una certa familiarità con Zelretch e la Seconda Magia, in quanto è in grado di classificare Neco-Arc (esistente nel mondo di Melty Blood) come sua creazione.

Sesta vera magiaModifica

In questa era non esiste una sesta vera magia e si presuppone sia pressoché impossibile che venga trovata anche se non si può escludere del tutto. Al momento le 5 Vere Magie rappresentano i confini delle possibilità umane, confini che un giorno l’umanità dovrà affrontare e si ipotizza che una sesta vera magia sia qualcosa che potrà donare la felicità all’umanità.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.